mercoledì 20 agosto 2014

Paint Tool Sai:come creare materiale personalizzato

^o^ ciao a tutti!! Ben tornati!
 Come sono andate le vacanze, spero bene.
Io, dopo anni sono ritornata in Salento, mio papà è di là quindi quest'anno abbiamo fatto un giro dai parenti e io ne ho approfittato per farmi il bagno in uno dei posti più belli d'italia ^^.

Ma bando alle ciance, come dal titolo volevo spiegarvi come si fa ad inserire del materiale personalizzato in SAI.
 Prima apriamo  la cartella d'installazione di SAI.
Dipende da che programma avete, se quello originale o quello che trovate su google(XD).
 In teoria dovreste trovarlo nella cartella programmi ---> C:\Program Files (x86)\PaintToolSai.
O se siete dei pazzi tipo me e avete tante versioni di SAI diverse, dovete trovare la cartella di Paint tool sai dalla quale parte il .exe che usate.
Se  non sapete dove lo avete messo una volta scaricato, basta fare tasto destro sul collegamento(che avete sul desktop, spero! )clikkare proprietà  > apri  percorso file.
 Così vi apre la cartella senza che impazziate a cercarla.

Dentro alla cartella trovate parecchie altre cartelle e tanti file.
Vediamo che sono:





blotmap 
 Qui dentro ci sono dei file in .bmp e sono delle  texture per il pennello un po' particolari. Il corrispondente di quello che sta qua, lo trovate nel programma quando scegliete la forma del pennello nel menù a tendina vicino a parametri del pennello.
brushtex 
Sono come  sopra, altre texture per il pennello,ma si scelgono dal menù a tendina  delle texture. 
elemap 

 Queste invece  sono le forme della punta del pennello. I file possono essere fatti solo come li vedete nella cartella.
Se fate caso c'è un file di photoshop, serve in caso qualcuno voglia crearsi una forma personale, io tengo altre cartelle li dentro, per il semplice fatto che SAI ha un limite di file che può vedere.
Quindi è inutile tenere tutte le forme che scarico in una cartella sola, le ho separate sperando di avere un minimo d'ordine (più avanti vi spiego come effettivamente usarle nel programma)

Se lo avete notato, sia "elemap" che "bolotmap" stanno nello stesso menù a tendina, questo perchè sono due proprietà simili,vanno tutti e due a dare un qualcosa alla forma del pennello, ma in modo diverso.
Da "blotmap" i  file  sono così  o così 
da   "
elemap" invece cosìDiciamo  che i file di "blotmap" possono essere paragonati, molto alla lontana, a quando s'imposta un  immagine come pennello in photoshop, ma non funzionano molto bene sopratutto se usate immagini precise tipo forme geometriche, l'ideale sono delle cose tipo quello dell'immagine che ho messo che danno una forma pittorica al pennello.
Gli elemap invece sono  proprio una particolare punta del pennello.

papertext 
Qui  invece ci sono le texture che si applicano al livello e non al pennello.


 la comodità di usare la texture dal livello e che la si può modificare aumentandone la grandezza o la  luminosità.


toolink  
 Qui ci sono i pennelli del livello vettoriale.


toolnrom  
Qua ci sono i pennelli del livello normale.Sono in file .ini, leggibili con il  blocco note(dovete fare apri con... per imporre il blocco note al tipo di file), e al massimo ce ne possono essere 64 in totale.

Se nominate i file in cose diverse dai numeri da 00 a 63, SAI non ve li  riconosce.
Sono in ordine, quindi è abbastanza facile capire come sono messi nel programma. Se per caso spostate dei pennelli per lasciare spazio, nella cartella mancheranno i numeri corrispondenti alle celle vuote.
 ecco come si presenta un file.ini di un pennello-->
Si riesce ad intuire cosa c'è scritto, tipo il nome, il comando da tastiera associato, le texture e anche i parametri ma vi consiglio di non modificarli da qui ma dal programma.
________________________________

Bene ora sapete a cosa corrisponde cosa, ma come si fa a fare un pennello personalizzato in sai?

è un po'  rottura di scatole perché dobbiamo andare noi a modificare dei file d'installazione.
Mi spiego meglio.

Affinché il programma funzioni con il materiale aggiunto, bisogna modificare i file di testo corrispondenti alle cartelle, con il link del nome della nuova texture.
 Questo passaggio vale pero ogni cosa, sia texture per il livello,sia per le forme del pennello che per le texture del pennello.


 Per esempio, voglio fare un pennello che simuli la matita e che sia più realistica possibile.
Quindi decido di usare queste due texture. Potete scaricare quelle che uso io, ma  ne trovate milioni  online, su DeviantArt o su Pixiv l'importante è che i file siano in .bmp e di forma quadrata, non superiore a 512px X 512px in più non dategli nomi troppo lunghi .
Vi metto anche un po' di link




matita.bmp
matita2.bmp
(clikkate sul nome per scaricare i file in .bmp, non fate "salva con nome" se non le scaricate in jpeg)


Allora apro la cartella  "brushtex" e ci copio "matita2.bmp" dentro.




Ora   cerco il file che si chiama "bushtex.conf" e lo  apro con il blocco note (tasto destro> Apri con...)
       


ll mio si presenta così, l'elenco è lungo perchè c'ho aggiunto un sacco di cose.
Ora per far si che funzioni nel programma, bisogna aggiungere una riga nel blocco di testo, esattamente come la  vedete con il nuovo file appena copiato nella cartella  --> 1,brushtex\matita2.bmp
Mi raccomando, se il nome non è esattamente uguale al  file .bmp,  non viene registrato dal programma.
Salvate, e chiudete il blocco note.
Ora aprite SAI e andate nel menù a tendina delle texture del pennello, dovreste trovare la vostra nuova texture.^^

ATTENZIONE!!Ogni volta che lavorate dentro alla cartella d'installazione di sai, non lasciate il programma aperto, chiudetelo, altrimenti non funziona .

Ora facciamo la stessa cosa cosa nella cartella papertex, e mettiamo il file "matita.bmp "perché vogliamo dare una texture anche al livello, come se fosse un foglio.






Copio "matita.bmp" nella cartella "papertex"e poi vado ad aprire il "papertex.conf"



inserisco la riga :  "1, papertex\matita.bmp". Salvo e chiudo.


Apriamo SAI e abbiamo la texture del pennello nel menù a tendina  vicino ai pennelli,e l'altra nelle texture del livello.

 


Ora il  pennello vero e proprio potete copiare il valori che vedete qui


 Oppure se scaricate dei pennelli già fatti appositamente per SAI, fate copia-incolla con  i file .ini nella cartella "toolnrom".

Questa cosa è rara, molti preferiscono fare lo screen del pennello, ma  è possibile che troviate anche chi vi faccia scaricare il file vero e proprio, tipo questi  leggete le istruzioni, però.

Per i pennelli, se con quelli che usate vi trovate bene e non li volete perdere, copiateli da qualche parte perchè come ho detto sopra, i nomi dei pennelli possono essere solo da 00.ini a 63.ini, quindi un nuovo pennello andrebbe a sostituire qualcosa di già esistente.Attenti ^^.

Vi è un limite a quante cose SAI  riesce a vedere in contemporanea.
I pennelli solo 64files, poi 98 tra i files di blotmap e elemap che vanno nello stesso file di testo .conf,
poi 99 texture da papertex e 99 da brushtex.

NB:nel file "brushform.conf " vanno due tipi di file. Quelli che vengono dalle cartelle "blotmap" che sono sempre texture  e quelli che vengono dalla cartella "elemap" che sono le forme del pennello, con queste righe
"1,blotmap\nomefile.bmp"
"2,elemap\nomefile.bmp"

Oltre a fare tutto a mano, ho trovato un programmino, dentro ad un versione scaricata non ricordo  da dove (sicuramente è amatoriale), che fa il lavoro sporco per noi.

Cioè, noi dobbiamo solo mettere i files(texture o forme del pennello) nelle cartelle che vogliamo, poi la parte di scrivere i file di testo la fa in automatico.
 Controllate sempre alla fine.

Il programma si chiama SaiConfigFile.exe,  trovate il file alla fine del post.


ecco la schermata appena lo aprite è tutto bianco dovete clikkare il secondo tasto da sinistra,così vi  scansiona tutte le cartelle che avete di SAI. Non riesce a leggere dentro le sotto cartelle.


Le colonne sono da sinistra a destra: blotmap, elemap, papertex e brushtex.

i numeretti in alto sono il valore massimo che potete mettere, quando è rosso significa che avete sforato.Tutti, non possono essere letti da SAI, possono rimanere nelle cartelle, ma semplicemente non vengono visti.
Accanto ad ogni file c'è la casellina per spuntare quello che non si  vuole inserire.
Se clikkate due volte sopra ai nomi, vi fa vedere un anteprima del file



ora clikkate il tasto evidenziato di verde  
      


Vi da una finestra con ok. Praticamente ha appena finito di scrivere tutti i file, nei corrispondenti .conf !!
Per dare un controllo, cliccate l'ultimo tasto (quello a destra) che vi apre tutti i file di testo, così potete controllare se ha inserito i file che vi servivano. 
Comodo no?!XD, credo sia un programma cinese e non so a che servono le altre caselle in alto, lasciatele come sono, io lo uso solo per questo ^^.


Ecco il file da scaricare  SaiConfigFile.exe


Bene questo è tutto, spero che abbiate capito. SAI è un bellissimo programma ma è molto complesso nel gestire cose come la personalizzazione, speriamo che la versione 2, se mai  la faranno, sia meno
complicata.

Posta un commento

Google+ Badge